CHAPATI DI SEGALE RIPIENO DI COLORI

Ecco un pranzo preparato in 20 minuti, partendo esclusivamente da ingredienti originari: nessun prodotto pronto che qualche casa produttrice ha fatto per me! Pochi semplici ingredienti per un pasto bilanciato, ricco di buone cose, bei colori e da preparare in tempi stretti.

Ho conosciuto il chapati in Uganda, un anno fa. Patricia ce lo preparava quasi tutte le mattine: con la frittata, con il burro di arachidi fatto da lei, con la marmellata o da solo, caldo e fragrante appena fuori dalla padella. In Uganda il chapati ci è arrivato tramite la tratta degli schiavi tra Africa Orientale e India, che ne è effettivamente il Paese fondatore. Simile alla nostra piadina, non contiene strutto e con pochi ingredienti e poche competenze culinarie si prepara in semplici passi.

CHAPATI DI SEGALE: farina di segale, farina manitoba, sale, acqua tiepida, olio extra vergine di oliva
FRITTATA DI CIPOLLA: uova, sale, pepe, cipolla rossa
PESTO DI RUCOLA: rucola fresca, olio extravergine di oliva, mandorle, grana, sale, pepe

Chapati per colazione? Buonissimo con crema di frutta secca, cioccolato fuso o purea di frutta.
Chapati per merenda? Ometti la frittata e tieni il pesto di rucola, oppure con la ricotta o dell’hummus di ceci