dav

Sauerkraut, di che si parla?

Una antica ricetta tedesca, usata per conservare il cavolo. Semplice cavolo cappuccio, tagliato finemente e fatto fermentare per alcuni giorni con degli aromi prima di essere conservato in frigorifero fino a diversi mesi.

Gli alimenti fermentati (tra i più comuni yogurt, kefir, miso, sauerkraut, tempeh, tè kombucha, kimchi,) hanno numerosi benefici per la salute dell’organismo in generale e dell’intestino in particolare:

– miglior digestione
– più nutrienti (soprattutto vitamine)
– più facili da assorbire
– quota di probiotici naturali per un intestino regolare

Una piccola porzione ogni giorno di un alimento fermentato, facendo attenzione a non cuocerlo (es. Zuppa di miso in cui il miso cuoce, perde grandi potenzialità perché si uccidono i batteri che contiene, quindi meglio aggiungerlo alla fine!) è una buona abitudine da inserire nella routine.

Se non hai voglia e tempo di fare in casa il sauerkraut e lo compri, assicurati che non sia pastorizzato, e quindi sia conservato in frigorifero, e che non si tratti di crauti conservati sotto aceto!

Comunque farlo da te è davvero semplice: segui i consigli sulle foto di questo post!

A sto giro, io l’ho usato a colazione su una fetta di pane multicereali tostato con uno strato di tahina.

Conservare poi in frigorifero fino a diversi mesi, migliora con il tempo!